Home Eventi Fashion Puglia, la kermesse pugliese di moda emergente (FOTO)

Fashion Puglia, la kermesse pugliese di moda emergente (FOTO)

484
2
foto: fashion puglia

Si riconferma per l’estate 2016 la kermesse di moda emergente che vede la location pugliese di Ostuni come protagonista dell’evento.
Si tratta di Fashion Puglia che quest’anno si terrà il 29 luglio in piazza a Ostuni e sarà condotta da Jo Squillo di Class TvModa, patrocinata dal Comune di Ostuni e ideata e curata dal fotografo Francesco Francioso e dalla professionista di comunicazione Merilù Barbaro.
Oltre le mode” cita lo slogan della quarta edizione nella quale si sfideranno i giovani stilisti finalisti del ContestATuttaModa scelti da una commissione di professionisti del settore moda tra cui giornalisti, blogger e designer.

La Puglia accoglie giovani stilisti emergenti da ogni parte di Italia in questo evento interamente dedicato all’arte e all’amore per la tessitura, così come cita l’intro della terza edizione: “come intrecciando i fili dell’ordito con quelli della trama lentamente prende forma l’arte della tessitura, così, con lo stesso incessante e paziente lavorìo, prende forma l’arte, la bellezza, la coerenza di un grande evento di moda in Puglia“.

Si susseguiranno in passerella le collezioni dei giovani stilisti:

Leo Amato, il quale ha intitolato la sua capsule collection “Sothys” dal nome della luminosissima stella. La sua collezione esalta la bellezza del corpo femminile con sculture in tessuto e mostra la limpidità del cielo notturno che fa da cornice alla chiarezza della luna nella linea dall’allure charmante.

Simone Bartolotta e Salvatore Martorana, stilisti emergenti siciliani, i quali fanno confluire l’ispirazione dei propri abiti nell’arte gotica, attraverso la collezione “Magnificat – Arte Gotica” con stampe su pvc trasparente, che riprendono e reinterpretano le decorazioni delle vetrate del Duomo di Milano e della Cattedrale di Notre Dame de Paris.

Alessia Bianchini, giovane stilista da Latina, la quale nella sua collezione “Ibrid” gioca sulla fusione tra l’impatto della gemma e l’elasticità di un materiale come la plastica, unendo due realtà distanti tra loro ma comprensenti, in una commistione particolare che collega il convenzionale all’anticonvenzionale.

Francesca Buccolieri e Marta Passasseo, stiliste e donne pugliesi, che rievocano nella loro collezione “Mediterraneum” la bellezza e la forza delle donne mediterranee, del loro calore e della loro sensualità.

Stefania De Rosa, giovane stilista che dalle metropolitane napoletane fa nascere la sua collezione “Naortem – Metropolitane di Napoli“, canalizzando il racconto delle metropolitane a Napoli in stampe su tessuto.

Marta Maggioni, designer salentina, la quale produce una collezione dal nome “Hanami” dal gusto giapponese, lasciando l’ispirazione nell’ammirazione per i fiori, il creato e la natura che ci circonda.

Natascha Wanvestraut, la quale mostra la sua interpretazione della moda nella sua capsule collection “Giraffe escape“, in un incontro della natura con l’uomo nel raggiungimento della felicità.
Le stampe a motivo animale e floreale sono un inno alla bellezza e alla freschezza dell’estate, il motivo a giraffa, a colori pastello rosa cipria e verde kaki, fa da cornice a fiori bianchi e neri disegnati a mano libera.

Saranno tre i premi a Fashion Puglia, quello del 1° Premio, del titolo Miglior Bozzetto e del Premio Critica.
In palio, invece, un corso di Design presso l’Accademia di moda Calcagnile, la visibilità online per sei mesi sul magazine di moda internazionale Ufashon e per il vincitore del 1° premio la realizzazione del catalogo ed anche la sua promozione, forniti rispettivamente da Francesco Francioso Fotografo e YouVision.

Il made in Italy non è morto e viene promosso dal Sud con un evento che non fa da spartiacque tra le realtà italiane della moda, ma che vuole essere compresenza e partecipazione in un mondo che tiene la Puglia ancora troppo distante.

foto: fashion puglia
foto: fashion puglia