Home Stili e Tendenze Ad ogni stilista la creazione che l’ha reso noto (FOTO)

Ad ogni stilista la creazione che l’ha reso noto (FOTO)

636
0
www.alfemminile.com

In ogni sua collezione lo stilista racconta una parte di sé, partendo dall’ispirazione che ha avuto fino al messaggio che ha voluto lanciare. Spesso all’interno della nuova linea lo stilista non rinuncia ad introdurre il suo pezzo forte che funge da firma e tratto distintivo della maison.

Si tratta di modelli, dettagli e a volte anche colori che hanno determinato il successo e la fama della casa di moda. Un esempio è il rosso Valentino, una particolare sfumatura del rosso realizzata dallo stilista lombardo, o il tailleur da donna di Giorgio Armani, simbolo dell’intraprendenza femminile, oppure Mondrian Dress di Yves Saint Laurent e molto altro ancora. Bastano questi piccoli particolari per identificare in un abito lo stilista in questione, e sono proprio questi tratti distintivi che rendono i designer unici e riconoscibili.

Ma chi sono questi grandi della moda che hanno fatto del loro stile e delle loro pezzi forte la loro firma? Scopritelo con noi.

Yves Saint Laurent

Da grande estimatore dell’arte moderna, Yves Saint Laurent si fece ispirare dalle opere di Piet Mondrian, uno dei suoi pittori preferiti, per la realizzazione del celebre Mondrian Dress nel 1965. Si tratta di un abito ad altezza ginocchio che riporta la stampa colorata che ha reso famoso il pittore olandese. Apparso sulla copertina di Vogue del settembre 1965, il Mondrian dress è stato recentemente ripreso anche dalla cantante Katy Perry durante un videoclip.

Yves Saint Laurent, un genio del suo tempo, ha intuito prima di ogni altro designer il cambiamento all’interno della società femminile. Volendo “contribuire” a questa rivoluzione, lo stilista trasferì i capi tipici dell’abbigliamento maschile- blazer, trench, tailleur pantalone- nel guardaroba femminile, ma deve principalmente la sua fama alla realizzazione dello smoking da donna.

Giorgio Armani

Ispirato dalle innovazioni e dallo stile di Yves Saint Laurent e dall’atmosfera dell’America degli anni ’20 e ’30 che ricorda molto il Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald, re Giorgio Armani ha sempre portato in passerella l’immagine della donna moderna e di classe, ma intraprendente e indipendente, vestita con il classico tailleur grigio o greige (tonalità di grigio tendente al beige creato dallo stilista) e la giacca destrutturata, elementi che dal 1990 ad oggi rappresentano l’emblema dello stile di Armani.

Coco Chanel

Dove c’è Chanel c’è l’inconfondibile giacca in tweed, simbolo assoluto della maison francese fondata nel 1910 da Mademoiselle Coco. Erano gli anni ’20 quando Coco Chanel ebbe l’idea di usare il tweed, tessuto tipicamente maschile, per la realizzazione delle giacche e dei tailleur da donna. Da allora, questo tessuto è diventato la firma che contraddistingue la maison Chanel, e che viene tuttora ripreso e rielaborato in chiave moderna nelle strepitose collezioni disegnate da Karl Lagerfeld.

Alexander McQueen

Padre del gotico e dell’eccentrico, lo stile di Alexander McQueen è riconoscibile nella vena artistica ed eccentrica delle sue collezioni grazie ai copricapi maestosi e alle strutture degli abiti decisamente anticonvenzionali, ma in particolare per l’ispirazione alle epoche passate che vanno dal medioevo al rinascimento fino ad abbracciare l’età vittoriana. Maschere, abiti a cassa toracica, volume, strascichi, stecche di balena sovrapposte all’abito sono tutte le caratteristiche che rendono lo stile McQueen unico nel suo genere e che, a cinque anni dalla morte dello stilista, vengono ancora portate in passerella in quanto emblema della maison.

Dolce & Gabbana

Barocco, pizzi e atmosfera mediterranea sono i diktat principali di Dolce & Gabbana, che hanno fatto di questi tre elementi la loro firma in tutto il mondo. Un elogio alla bella Italia, partendo dalla sua storia e arrivando agli usi e costumi, all’amore per la tradizione, per l’artigianato, ma anche agli odori e sapori della nostra terra che ci rendono famosi nel mondo.

Valentino

A Valentino Garavani dobbiamo la nascita del famoso rosso Valentino, una particolare sfumatura di rosso molto accesa che è diventata la firma della maison.

Christian Dior

Il New Look lanciato da Christian Dior alla fine degli anni ’40 prevedeva anche un nuovo tipo di gonna, dalla struttura totalmente nuova e al contempo molto femminile. La corolla, o gonna a ruota, rappresenta ancora oggi il simbolo di Dior e pezzo forte di ogni collezione.