Home Eventi Next Vintage, un castello pieno di abiti retrò (EVENTO)

Next Vintage, un castello pieno di abiti retrò (EVENTO)

333
0

Amanti degli anni Venti, del look hippie degli anni Settanta e di quello rock degli anni Ottanta, non temete: dopo la Milano Vintage Week è ora il turno della Next Vintage, l’esposizione di 55 stand tassativamente retrò.
Una delle fiere vintage più grandi d’Italia, la Next Vintage è ospitata nel Castello di Belgioioso in provincia di Pavia, dal 23 al 26 aprile. Un castello antico, imponente e suggestivo, circondato da questi giardini in stile Versailles e affreschi dipinti su tutte le pareti interne dell’edificio: una location unica per una mostra sensazionale.

Articolati su due piani, ogni stand della fiera occupa una delle infinite stanze di questo palazzo del 1300: relle con appesi abiti anni Cinquanta tagliati sotto al seno e con la gonna a ruota, jeans della Levi’s degli anni Ottanta e occhiali da sole degli anni Novanta conditi da quest’atmosfera aristocratica che ci rimanda ai tempi che furono, al lusso e allo sfarzo di un’epoca passata.

Il maestoso atrio d’ingresso ospita manichini con indosso abiti haute couture; gli stand gravitano intorno a questo punto centrale e si sviluppano per tutta la lunghezza del palazzo. Ha certamente giocato un ruolo centrale l’esposizione di A.N.G.E.L.O., uno dei negozi vintage più affermati d’Italia. Fra shorts, gilet di jeans, borse di Hermès e giacche militari, questo stand è uno dei più forniti e ricchi in fatto di varietà.

Uno degli stand più innovativi, invece, è quello di Les Fleurs Sauvages. Jeans rivisitati con schizzi di tempera colorata, shorts della Levi’s destrutturati e arricchiti da cravatte vintage colorate e gioielli fatti a mano con pietre preziose: la proprietaria, Natali Sara, è riuscita a fare dell’originalità il punto forte della sua visione del vintage.

Altrettanto audace è lo stand Ricicli di Giulia Meloncelli, un’ecodesigner che ha deciso di utilizzare i materiali di recupero per creazioni simpatiche e di design. Dagli attaccapanni realizzati con le palle da biliardo o con i giocatori del calcio balilla, alle scarpine porta lampadina, questo stand è riuscito a proporre un’idea di vintage rivisitata e interpretata.

Next Vintage, un castello pieno di abiti retrò (EVENTO)

Salendo al secondo piano, poi, non si può non incorrere e rimanere a bocca aperta di fronte all’esposizione di Vintage Art, uno stand quasi interamente dedicato al jeans. Un vero e proprio culto di questo materiale che vede un excursus nel mondo Levi’s, dagli esordi fino agli anni Ottanta. Dai gilet, ai jeans a vita alta, passando per gli shorts: un viaggio all’insegna del denim di una qualità ormai quasi scomparsa.

Anche i gioielli l’hanno fatta da padrone. Collane in oro, pietre preziose e materiali di prima qualità per capolavori di gioielleria di altri tempi. Dai brand storici, come Chanel o Dior, fino ad arrivare a prodotti artigianali e pezzi unici: un vero e proprio revival del gioiello importante.

La Milano Vintage Week ha passato quindi il testimone a questa Next Vintage, un’esposizione sì dal gusto retrò, che però cerca di riproporre il vintage in chiave originale, rimanendo al contempo fedele a quel gusto intrinseco degli anni passati.