Home Stili e Tendenze Moda uomo primavera 2016: ritorno al futuro (FOTO)

Moda uomo primavera 2016: ritorno al futuro (FOTO)

403
0
SHARE
fonte foto: vogue.it

La moda uomo per la primavera-estate 2016 vuole che l’uomo cammini per le strade come un astronauta. Un astronauta moderno, s’intende. Senza casco, per fortuna. I richiami futuristici vanno dai dettagli metal alle forme più avveniristiche, fino al ritorno delle mitiche scarpe indossate dai protagonisti di Alien nel 1986.

La pellicola di fantascienza di James Cameron compie trent’anni e Reebok la celebra mettendo di nuovo sul mercato le scarpe viste ai piedi dei protagonisti Sigourney Weaver e Lance Henriksen. Due le versioni: la celebre versione high-cut, portata dalla protagonista, e quella mid-cut, entrambe nella colorazione originale ispirata al pianeta LV-426. Volete essere ancora più futuristici? Maison Margiela ha disegnato un paio di scarpe che ricordano nel design quelle di Reebok, ma in versione metal.

Lo scafandro spaziale per l’uomo contemporaneo prevede un total look metallico come quello visto sulla passerella di Diesel Black Gold oppure un solo capo argentato, da abbinare a un outfit più casual. Perfetto il bomber di Costume National, indossato sopra a t-shirts e pantaloni rigorosamente neri, o il soprabito di Versace, portato, invece, su un total look bianco. Completano il look del perfetto uomo del futuro gli occhiali della collezione GP di Glassing. La loro particolarità? L’assenza di montatura e la lente in nylon che conferiscono all’occhiale un’incredibile leggerezza e un design insolito.

Il ritorno al futuro è anche nelle lavorazioni artigianali prodotte con l’ausilio di avanzate tecnologie: Diesel crea un jeans che diventa 3D grazie a specifiche apparecchiature tubolari e a un allungamento del 50% di tessuto rispetto a un denim standard, e Ballantyne presenta un mix innovativo di diversi filati che creano inaspettati disegni grafici sulla maglieria.

Vedi anche  Kylie Jenner: «Ho preso qualche chilo. Ve lo dico io prima di voi» (FOTO)

fonte foto: gqitalia.it