Home Eventi ”L’Aids è di moda”? Parte la 13esima edizione di Convivio

”L’Aids è di moda”? Parte la 13esima edizione di Convivio

315
0

Il 2 ottobre 1985 morì l’attore omosessuale Rock Hudson, il primo personaggio famoso a confessare pubblicamente di essere malato di AIDS, altra vittima fu Nicholas Eden, membro del Parlamento inglese, ma la più celebre vittima il 24 novembre 1991 fu la rockstar Freddie Mercury, cantante e frontman dei Queen, per una malattia correlata all’AIDS. Il boom ci fu nei tanto amati anni’80: hairstyle paurosi, abiti con maxi spalline, scarpe platform e la malattia che incuteva terrore, al tempo sconosciuta. Oggi l’Aids non è più così imbattibile, ma ciò non vuol dire che sia estita, anzi, i dati italiani più recenti parlano di oltre 10 contagi al giorno, per un totale di circa 4mila nuovi casi ogni anno.

È da questa angosciante storia che nasce la provocatoria campagna pubblicitaria della tredicesima edizione di Convivio, la celebre mostra mercato di beneficenza organizzata a favore di Anlaids Sezione Lombardia. La discussa domanda L’Aids è di moda? è stampata sotto il volto del direttore di Vogue Italia Franca Sozzani ed è un chiaro appello a non sottovalutare i pericoli legati a questa malattia. Convivio torna alla carica con un ferreo obiettivo: raccogliere circa 2 milioni e mezzo di euro da devolvere all’Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids (progetti di assistenza ai malati, supporto psicologico, ricerca, comunicazione e prevenzione nelle scuole). Nei 5 giorni di shopping solidale, in programma dall’8 al 12 giugno, al Padiglione 0, Gate 3 di FieraMilanoCity, sarà possibile acquistare i capi offerti da oltre 176 marchi tra i più influenti del mondo della moda, del beauty, dell’arte e design. Riguardo gli eventi legati alla manifestazione ci sarà la grande cena di gala inaugurale (con after party benefico al Byblos di Milano) che anticiperà gli aperitivi con dj set, ogni sera dalle 19 alle 21. In più alla mostra mercato saranno presenti anche un design department riservato all’arredo contemporaneo, una zona food & wine e una sezione anni ’70 dedicata ad auto e moto d’epoca. Il tutto accompagnato da un truck Easy Test per sottoporsi in modo anonimo e gratuito a un tampone orale, che permetterà in poco tempo di eseguire il test per l’Hiv.

Vedi anche  New York Fashion Week, il calendario delle sfilate (EVENTO)

Due le principali novità di quest’anno:

– la prima è la trasformazione degli spazi in una sorta di temporary mall, con aree dedicate alle scarpe, borse, al vintage e all’abbigliamento per bambini che andranno ad affiancare i tradizionali corner monomarca;

– la seconda sono le cosiddette vendite smart, che il 9 e il 10 giugno, in attesa dei saldi, permetteranno di usufruire per qualche ora di sconti super presso alcuni stand, annunciati attraverso una notifica dell’app Convivio o direttamente dagli altoparlanti della mostra.

“Negli ultimi anni stiamo assistendo a una vera e propria emergenza di contagi tra i più giovani, che sottovalutano i pericoli legati all’Hiv, o in molti casi nemmeno li conoscono -sottolinea Franca Sozzani, che ha presentato l’iniziativa insieme a Gabriella Gavazzeni Moroni di Anlaids Lombardia e il professor Andrea Gori.- In questo senso, l’edizione 2016 di Convivio e la sua campagna pubblicitaria avranno proprio lo scopo di riportare l’Aids e la prevenzione tra i temi caldi dell’opinione pubblica. L’Aids è dunque davvero di moda? Purtroppo sì, viene da dire guardando i dati. Ma dobbiamo fare in modo che questa moda resti passeggera e che finisca al più presto, prima che si trasformi in una pericolosissima tendenza”. (ndr)