Home Celebrities Le Iene, il look di Ilary Blasi in anteprima (FOTO)

Le Iene, il look di Ilary Blasi in anteprima (FOTO)

294
0
credit photo: ilary blasi weebly

La sex bomb più simpatica Ilary Blasi e il buffo Teo Mammuccari tornano con una nuova conduzione del programma televisivo di canale 5, le Iene. Ilary questi giorni ha vissuto un bel po’ di emozioni sia belle che brutte: lo scorso sabato è stata invitata al programma pomeridiano Verissimo condotto dalla sua amica Silvia Toffanin, quest’ultima non appena è arrivata Ilary ha annunciato alla televisione italiana di essere in dolce attesa; l’avvenimento più fastidioso è stato quello della creazione a nome suo di un falso profilo Instagram, ma il tutto si è risolto in quanto lei stessa ha contattato il quartier generale del social per segnalare il fake.

Ilary nella scorsa puntata del 16 Aprile ha indossato un lungo abito in pizzo rosa fragola modello Gloria di Federica Pittaluga e decolletè in cadnylux color magenta modello Blade di Cesare Casadei. A sceglierlo come sempre il pubblico che ha votato durante la settimana sul sito ufficiale e sui social, preferendolo ad un vestitino a mezza manica color grigio metallizzato. La scelta dell’abito della puntata di questa sera, invece, verteva tra due outfit completamente opposti: un abito lungo grigio merlettato monospalla e un completino con jeans sbriluccicoso e crop top bianco.

Vi presentiamo, dunque, in anteprima l’outfit di questa sera: Ilary in jeans. Ilary indosserà un paio di jeans chiari alla caviglia ricco di strass argentati sulla parte anteriore, mentre sul retro semplici, e un crop top bianco latte a giromanica con cerniera sul seno. Dulcis in fundo un bel paio di decolletè altissime per rinvigorire la sua silhouette. Un look molto sportly e glamour questa sera, di solito la iena indossa sempre abitini o pantaloni attillati, ma bisogna dire che i jeans le calzano proprio a pennello. Capello sciolto e trucco nude, un must per questa primavera, Iary è pronta per una nuova puntata del programma.

Tra i servizi che verranno presentati questa sera, ci sarà quello della iena Luigi Pelazza che parlerà dell’inchiesta sullo sfruttamento degli immigrati in merito alla raccolta di frutta e ortaggi in alcuni campi sicialiani. Di consueto la mattina i migranti vengono reclutati per la giornata in nero e a prezzi stracciati dai “caporali” che lavorano per conto dei padroni delle piantagioni. Ultimamente, a causa della crisi anche i piccoli operai italiano si stanno proponendo spesso per questo tipo di lavoro alle stesse condizioni pur di lavorare e portare un pezzo di pane alle loro famiglie. A seguire verrà mostrata l’intervista ad un giovane ragazzo italiano che ha deciso di andare a combattere contro l’Isis durante l’assedio della cittadina siriana Kobane. Il giovane racconterà la sua storia spiegando i suoi ideali e cosa lo ha spinto a compiere una scelta così estrema.

La Iena Cizco mostrerà un video girato in Cina che, una volta caricato sul web, in pochissimo tempo, ha ricevuto più di cento milioni di visualizzazioni solo in terra cinese. Il tema è l’omosessualità. Il protagonista del corto è un ragazzo che trova il coraggio di confessare alla sua famiglia di essere gay e le conseguenze della sua scelta. La Iena poi, intervisterà un ragazzo cinese che abita in Italia, il quale racconta la sua esperienza con relative conseguenze dopo aver rivelato ai suoi genitori il suo orientamento sessuale.

Infine, Matteo Viviani racconterà la storia di Federico, un bimbo di otto anni che sei anni fa è stato ucciso dal padre durante un incontro protetto disposto dai servizi sociali nei locali dell’Asl. Dopo l’omicidio, l’uomo si è tolto la vita. La Iena intervisterà la madre Antonella che passo passo ripercorrerà la tragica vicenda. Qualche settimana fa la cassazione ha assolto i responsabili dei servizi sociali che avevano il compito di vigilare su Federico e regolare gli incontri fra lui e suo padre. La Iena intervisterà un rappresentante dei servizi sociali per capire a chi possa essere attribuita la responsabilità della vicenda.