Home News Il mal di piedi da tacchi alti: come prevenire e curare

Il mal di piedi da tacchi alti: come prevenire e curare

3086
0

Il mal di piedi, si sa, è un ingrediente base nella vita di ogni donna, soprattuto durante le tanto attese Fashion Week. I nostri amici (e nemici) tacchi infatti ci accompagnano in tutte le occasioni importanti, figuriamoci se possono mancare durante le settimane dedicate alla moda. Simbolo di eleganza e femminilità, i tacchi alti da sempre slanciano la figura, rendendola più longilinea e sottile. Di tutte le forme e modelli, il trucco base è sicuramente quello di scegliere la scarpa giusta, ma non solo. Ecco i trucchi principali per evitare di arrivare a fine giornata completamente distrutte.

Indice

1. Siate sincere con voi stesse

Non esagerate. Voi conoscete il vostro corpo e il vostro livello di sopportazione. Non puntate su una décolleté con tacco a spillo 12 cm, se sapete già che dopo cinque minuti vi viene voglia di farci un falò. Tanto la scarpa col tacco è bella se la donna che la indossa la sa portare, non se è alta mezzo metro!

2. Prendetevene cura

Sì, dei vostri piedi. Sia la sera prima che la sera dopo dedicategli dieci minuti: fate un pediluvio di acqua calda alternata ad acqua fredda, con un cucchiaio di bicarbonato e qualche olio profumato: lo sbalzo termico riattiverà la circolazione, donandovi subito una sensazione di benessere.

3. Viva i cuscinetti

I cuscinetti di silicone sono ormai diffusissimi e li potete trovare davvero ovunque, anche al supermercato. Sono perfetti per evitare il dolore alla pianta del piede e utili anche per non far scivolare il piede all’interno della scarpa.

Vedi anche  London Collection Men: in diretta dalla prima giornata (FOTO)

4. La spa “fai da te”

Un altro ottimo rimedio per alleviare il dolore alla pianta del piede è quello di massaggiarlo a fine giornata con un mix di sale grosso e miele: il sale svolgerà una funzione drenante e il miele ammorbidirà la vostra pelle, riducendo le fitte di dolore.

5. La pomata magica

Se i rimedi della nonna proprio non fanno effetto, allora optate per una crema all’arnica, che disinfiammerà la zona in questione, riducendo così il dolore.

6. Il test delle scarpe

Soprattutto se sono nuove, o poco indossate, le scarpe col tacco alto tendono sempre a rivelarsi nostre nemiche. Consiglio: indossatele in casa per un paio d’ore o fateci un giro (breve), così da ammorbidire la pelle e abituare il piede.

7. Abbasso le vesciche

Capita spesso che il giorno dopo aver indossato i tacchi alti si presentino le odiatissime vesciche: non disperate, è normale. Per questo hanno inventato i cerotti. Più che quelli normali, che spesso si staccano, usate i Compeed: ce ne sono di tutti i tipi, per tutti i problemi e per tutte le zone del piede.

8. Ultima spiaggia

Se proprio non siete abituate a portare i tacchi tutto il giorno e state per impazzire, toglieteli pure. Sicuramente avete nascosto un paio di sandali o ballerine nella borsa come ultima fonte di salvezza.

9. Tutto intorno a te

Tutto ciò che vi circonda può essere decisivo in un momento d’instabilità. Basta un corrimano, un muro o un cavaliere “coi piedi per terra” per salvarvi da una brutta figura e da una caviglia slogata.

10. Non tutti i tacchi vengon per nuocere

Non è una leggenda: non tutti i tacchi fanno male ai piedi. Esistono infatti le scarpe col plateau, che danno più stabilità grazie alla zeppetta sotto le dita dei piedi, bilanciando l’altezza del tacco.

Vedi anche  Le 10 cose che non si sanno su Coco Chanel