Home Sfilate PFW: Chloè, il vagabondare non è mai stato così chic (FOTO)

PFW: Chloè, il vagabondare non è mai stato così chic (FOTO)

317
0

Clare Waight Keller, creative director di Chloè, con la sua ‘dolcezza’ ha portato il brand verso orizzonti più spinti e meno classicheggianti. Per il prossimo autunno/inverno 2016 la donna abbandonerà la veste candida e pudica da brava ragazza e si trasformerà in una vagabonda che ha voglia di rompere gli schemi e infrangere le regole. Un nuovo concetto che mantiene ben saldo il linguaggio creativo di Chloè, adorato dalle consumatrici, ma nel contempo non si lascia ingabbiare da logiche prestabilite. La collezione è ambientata nell’Inghilterra degli anni’70 dove il gusto etremo, suggestioni etniche e biker mood fanno da padroni.

Women_BeardElspeth1959-1984-GB-Return-500H

Chloè si ispira all’intraprendente mito degli anni ’70 Anne France Dautheville, la giornalista francese che ha percorso in sella alla sua moto Guzzi il tragitto Parigi-Afghanistan nel 1972 e l’anno successivo bruciò 12.500 km su una Kawasaki 125. Tutto è legato a lei e alle sue epiche imprese: dai completi da biker sofisticati e ruggenti, ai grandi poncho di lana cammello e multicolor simil stuoia berbera, maglioncioni dalle fantasie peruviane, perfetti per combattere le intemperie del deserto notturno. Pelle nelle sahariane, nei pantaloni bruciacchiati dai caldi raggi solari e nelle gonne midi con sensuale spacco anteriore, indossate con pull a trecce un po’ sblusate. Sbocciano come fiori i completi bohémien: morbidi caftani abbinati a biker boots, maxi abiti scivolati sul corpo, bluse semi-trasparenti adornate da una profusione di delicati volant e ruches. Sbarazzini sono i fur coat, avvolgenti e nella variante colorata o basic, dall’effeto scenografico e caledoscopico.

I colori sono quelli della terra e conferiscono ai capi un gran senso di naturalezza e spensiratezza. Il bello della collezione è il contrasto: colori pastello mixati a colori audaci come il bordeaux, il nero, il verde petrolio. Immancabili gli accessori, il mini foulard attorcigliato e annodato al collo total black, le borse in pelle scamosciata e gli stivaletti a mezza gamba dal tacco basso nelle diverse fantasie, tra cui il pitonato, ottime per i lunghi itinerari.

Il ruggito delle motocicliste/vagabonde di Chloè