Home Stili e Tendenze Il mondo transgender alla conquista di passerelle e pubblicità (FOTO)

Il mondo transgender alla conquista di passerelle e pubblicità (FOTO)

410
1

Superare il concetto di genere, nella moda, è una sorta di chimera, perché gli stilisti, si sa, vivono l’abbigliamento come arte e non come un semplice prodotto da vendere. Ecco perché sono sempre più numerosi e fascinosi i modelli o le modelle trans all’interno del fashion system. Sembra infatti che dopo aver spalancato le porte alle modelle plusize, mettendo in atto una vera e propria rivoluzione curvy, avviata inizialmente da Franca Sozzani nel numero di giugno 2011 di Vogue Italia interamente dedicato al fenomeno, si sia mosso qualcosa nel panorama della moda. Venne poi ripresa quando Candice Huffine è diventata la prima modella curvy a finire sul sofisticato Calendario Pirelli l’anno scorso.

Il fashion system sembra aver lanciato la sfida transgender per una moda libera da etichette e pregiudizi. Regina delle passerelle internazionali è sicuramente la 23enne Andrej Pejic, che avevamo visto sfilare per la prima volta nel 2011, ma è solo dopo aver fatto coming out ed essere diventato donna a tutti gli effetti, che Andreja Pejic ha veramente richiamato l’attenzione dei media. L’ultima novità è che Andreja sarà anche presente come nuovo volto nella campagna di Make Up For Ever, che verrà pubblicata su Vogue a Maggio 2015 ed è già disponibile con un’anteprima online per i più curiosi. Questo è un altro traguardo nella carriera della Pejic dopo essere salita, in quel lontano giorno della Paris Fashion Week del 2011, sulla passerella maschile e femminile ideata da Jean-Paul Gaultier per Marc Jacobs.

Jean Paul Gaultier, in questo momento, però ha trovato la sua musa, Conchita Wurst, che ha fatto sfilare durante l’haute Couture di Parigi con indosso un abito da sposa nero, un’immagine sicuramente forte, in quanto a differenza di Andrej, questa porta la barba.

Grande modella, diventata famosa anche per essere trans, Lea T, figlia del celebre calciatore Toninho Cerezo. Lea Deve la sua carriera sicuramente a Riccardo Tisci e Carine Roitfeld, che la fecero conoscere al grande pubblico. Nella campagna del 2010, l’ancora modello brasiliano baciava Kate Moss e tutt’oggi lavora come nuovo volto per la campagna di Redken’s Chromatics.

Da nominare anche Jenna Talackova e Carmen Carrera, che è stata tra le protagoniste di RuPaul Drag Race, reality Usa durante il quale ha portato a compimento la sua transizione. Su Change.org è partita anche una petizione per fa diventare Carmen un angelo di Victoria’s Secret.

www.huffingtonpost.com
www.huffingtonpost.com

Jenna Talackova, invece, canadese poco più che ventenne, nel 2012 ha vinto Miss Universo Canada, ma in un secondo tempo è stata esclusa perché si è scoperto il cambio di sesso e le cure ormonali che ancora stava seguendo, sorte diversa rispetto quella di Jeckie Green, che è la prima transessuale arrivata in semi-finale al concorso di Miss Inghilterra.

Ma il transgenderismo sembra ormai essere un vero e proprio punto di forza per queste donne sensuali, a volte molto più di chi nasce già in quel corpo. Ad esempio in Brasile una star è Felipa Tavares, donna bellissima che porta alta la bandiera del suo Paese nel mondo o Amanda Lepore, che è diventata famosa grazie al fotografo David LaChapelle e alle campagne di Armani.


Il fascino del mistero c’è e la moda non riesce proprio a non lasciarsi sedurre. Lo dimostra la campagna di Barneys New York che per la primavera 2014 ha scelto 17 modelli e modelle transgender, un bel modo per raccontare con rispetto e naturalezza la diversità.

www.vogueitalia.com
www.vogueitalia.com