Home Interviste Giovane studente di moda conquista la Capitale (INTERVISTA)

Giovane studente di moda conquista la Capitale (INTERVISTA)

356
0
SHARE
credit photo: facebook.com

Pasquale de Felice, 19 anni, studente di Moda e Costume alla Sapienza, ha già sfilato quest’estate a Piazza di Spagna, una delle piazza più importanti per proporre gli abiti di haute couture. Il mese prima, infatti, aveva sfilato l’imperatore della moda, Valentino. Per il giovane Pasquale è stata un’emozione unica respirare la stessa aria dei grandi pilastri della moda. Un ottimo esempio da seguire per tutti quei ragazzi che, come lui, si vogliono avvicinare al fantastico mondo della moda. Noi di Blog di Moda l’abbiamo intervistato. Ecco cosa ci racconta di quel fantastico giorno e di come è nata la sua passione per la moda.

Ciao Pasquale, ti presenti ai nostri lettori?

Sono Pasquale De Felice, ho 19 anni e vengo da un paese in provincia di Benevento. Dopo il liceo artistico, diverse sfilate e vari servizi fotografici, ho inziiato gli studi presso Scienze della moda e del costume alla Sapienza.

credit photo: facebook.com
credit photo: facebook.com

Com’è nata la passione per la moda?

La mia passione per la moda è nata fin da subito, il buon gusto mi è stato trasmesso da i miei genitori e questo credo mi abbia dato lo stimolo per intraprendere questa strada.

Vedi anche  Mariagrazia Ceraso si racconta a Blog di Moda: "toglietemi tutto ma non la penna!"

I tuoi abiti sono abiti di alta moda, vuoi spiegare la differenza che c’è con gli abiti di prêt-à-porter?

La differenza tra alta moda e prêt-à-porter è sostanziale. Il prêt-à-porter è qualcosa di portabile, indossabile da tutti, in questo caso dalla donna. L’alta moda invece è un qualcosa di rischioso, è una moda indossabile da determinate donne che hanno la capacità e la voglia di annullare tutte le altre. L’alta moda proprio per questo non è democratica.

Quando disegni i tuoi abiti ti ispiri a qualcuno in particolare?

Più che a qualcuno mi ispiro a ciò che mi passa per la testa, ad i miei stati d’animo, magari anche qualche reminiscenza di un periodo storico, stile architettonico o ancora alle grandi donne del passato.

Com’è stato sfilare in una delle piazze più importanti d’Italia, dove il mese prima, pochi metri più avanti, aveva sfilato Valentino?

Sfilare in Piazza di Spagna è stata l’esperienza più bella, il sogno di una vita. Sfilare su gli stessi gradini che hanno fatto da passerella a Naomi Campbell o anche per lo stesso Valentino è stato troppo emozionate, un qualcosa che è molto difficile spiegare o descrivere.

credit photo: facebook,com
credit photo: facebook,com

Come scegli le tue modelle, fai una selezione particolare?

Sì, faccio una selezione particolare. Come prima cosa devono colpirmi sia di fisico sia di viso. Dopo devono riuscire al meglio ad interpretare ed a portare la mia creazione, senza avere nessuna vergogna di essere fotografate o guardate, quindi devono essere valide e preparate.
Le mie modelle vengono scelte in base a questi requisiti.

Che consiglio ti senti di dare ai tuoi coetanei che si vogliono avvicinare al mondo della moda?

Mi sento di consigliare a tutti i miei coetanei che vogliono avvicinarsi al mondo della moda di essere molto preparati e molto tenaci, perché il mondo della moda è una casta molto ristretta, è un mondo che non fa sconti a nessuno, è una guerra continua. Quindi bisogna impegnarsi e fare di tutto per ottenere ciò che si vuole, forse è proprio questo lo scopo della vita, almeno il mio.

Vedi anche  Gian Maria Sainato: "Vi svelo i segreti di un fashion blogger" (INTERVISTA)

Saluti i lettori di Blog di Moda?

Un saluto ed un bacio a tutti i lettori di Blog di Moda, alla prossima. Potete seguirmi se vi va sulla mia pagina facebook, Pasquale De Felice haute couture.