Home Stili e Tendenze Cosa comprare quando si è all’estero (FOTO)

Cosa comprare quando si è all’estero (FOTO)

272
0
Credit photo: www.meteoweb.eu

C’è chi viaggia per lavoro, chi per passione, chi per cultura: qualunque sia il motivo della vostra partenza, un viaggio è sempre un regalo. Dona qualcosa a chi lo vive senza pretendere nulla in cambio. Che voi vediate solo l’aeroporto o la sala riunioni della vostra azienda o che vi immergiate nel Mar Rosso insieme ai pesci colorati o che leggiate un libro sdraiati sull’erba di Central Park, quello che state vivendo rimane comunque un’avventura da assaporare fino in fondo.

E a parte per la cultura ospitante, le usanze e tradizioni, ci sono anche altri aspetti da tenere in considerazione se volete immergervi completamente nel paese d’arrivo. Uno dei modi migliori per entrare in contatto con società diverse è il prodotto. Ogni cultura ha i suoi prodotti tipici, dalla cucina all’abbigliamento. A Parigi si compra lingerie francese, a Londra un bel chiodo di pelle e a Roma una cascata di collane Made in Italy: ogni paese ha le sue tradizioni di stile e se volete essere dei veri viaggiatori, dovete imparare a coglierle.

Quando si va all’estero, bisogna assolutamente evitare le grandi catene: Zara, H&M, Mango e chi più ne ha più ne metta. E’ vero che per ogni paese anche le catene di abbigliamento low cost cambiano alcuni prodotti, ma vogliamo davvero paragonare una gonna di Zara con una in stile gipsy Made in Barcelona? O delle espadrilles fatte a mano dall’artigiano portoghese?

Il segreto sta nel perdersi per le vie della vostra meta, andando così alla scoperta dei luoghi veri: niente attrazioni turistiche o negozi di fast fashion. D’ora in avanti, lasciatevi conquistare dalla genuinità dell’artigianato.