Home News Gli abiti da sogno che verranno di Versace (FOTO)

Gli abiti da sogno che verranno di Versace (FOTO)

440
0
Russian model Irina Shayk (R) presents a creation for Atelier Versace during the 2016-2017 fall/winter Haute Couture collection fashion show on July 3, 2016 in Paris. / AFP PHOTO / PATRICK KOVARIKPATRICK KOVARIK/AFP/Getty Images

Versace ha aperto la settimana dell’haute couture a Parigi andando subito in all in. Chi ha detto “Il meglio alla fine” non aveva di certo visto Donatella Versace in azione.
La collezione A/I 16-17 proposta dalla stilista esce da tutti gli schemi per trovare la nuova strada dell’eleganza tra drappeggi, tagli e increspature.


Gli abiti da sogno che verranno sono creazioni uniche che arrivano a costare quanto un appartamento e hanno si sono presentati sulla passerella come se fossero abiti incompleti. I vestiti lunghi da tappeto rosso non sono rigidi, ma lasciano le spalle scoperte e i mille veli sembrano cadere a terra.
Donatella sembra l’artista del “non finito”, corrente iniziata dallo scultore Michelangelo. Come la Pietà Rondanini rimase incompleta per dare spazio alla materia prima, il marmo, gli abiti di Versace si focalizzano sul tessuto lavorato a mano che viene annodato diventando un vero e proprio decoro d’alta moda.
La casa di moda della Medusa fa rivivere la moda ottocentesca, con abiti pomposi, ricchi di drappeggi ma con uno sguardo al futuro, non mancano infatti cascate di ricami, lustrini e intrecci.

Accanto ai grandi abiti proposti per grandi occasioni sfila haute couture da giorno.
L’alta moda del quotidiano è fatta di cappotti preziosi confezionati con double di cashmere e seta a contrasto, illuminati da azzardi di colore, cromature pastello ravvivate da tonalità accese. Sulle giacche non mancano giochi sfarzosi con pailliettes e piogge di Swarovski.

La collezione non è presentata solo qualcosa di utopico riservato alle notti da star pronte a farsi paparazzare, ma ha un risvolto più realista, che tenta di affiancare agli abiti da Cenerentola anche proposte più concrete come cappotti e mini dress, perché nella moda la vera favola si fa tutti i giorni.