Home Stili e Tendenze Sigaretta elettronica vs sigaretta tradizionale: moda, fascino e salute

Sigaretta elettronica vs sigaretta tradizionale: moda, fascino e salute

13
0
Adele - 21

La sigaretta elettronica è ormai di diffusissimo uso. Se ne parla spesso, e spesso ci si chiede se sia effettivamente una buona idea acquistarla per avere un aiuto in più per smettere di fumare o per semplice curiosità di provare quello di cui così tanti ormai parlano.

Così come per quasi la totalità dei prodotti di cui ci serviamo ogni giorno, anche le sigarette elettroniche sono acquistabili sul web. Ovviamente, insieme ad esse sono acquistabili anche i liquidi on line su Terpy ad esempio, necessari al funzionamento delle stesse. Inoltre, ci sono siti che offrono la possibilità di acquistare anche liquidi al CBD.

Ma appunto parliamo di funzionamento: quali sono le differenze tra sigaretta elettronica e sigaretta tradizionale? Vediamole insieme.

Come funziona la sigaretta tradizionale?

La sigaretta tradizionale è stata, nei secoli passati, investita di un certo fascino e di una forte potenza attrattiva.

Basti pensare ai divi e alle dive del cinema che apparivano incredibilmente affascinanti avvolti in una nuvola di fumo, o alle iconiche pubblicità che le sponsorizzavano invitando tutti a farne uso.

Ovviamente tutto questo è antecedente agli studi medici scientifici condotti sulle sigarette, che hanno evidenziato invece quanto il fumo sia dannoso e irrimediabilmente correlato all’insorgenza di diversi tipi di neoplasie, non solo ai polmoni.

Sappiamo tutti com’è fatta una normale sigaretta tradizionale: un cilindro di carta che avvolge tabacco lavorato, che viene accesa e consumata tramite combustione. Ed è proprio la combustione a rilasciare le sostanze dannose di cui parliamo: queste sono più di 70, tra cui catrame, composti organici volatili, idrocarburi, metalli vari, particolato, monossido di carbonio e altre sostanze ossidanti.

L’altro problema è legato alla nicotina, sostanza psicoattiva presente nel tabacco. Per ogni sigaretta vengono assunti circa 1-2 milligrammi di nicotina la quale ha effetto sia a livello fisico che neurologico. A livello fisico abbiamo aumento della pressione sanguigna, aumento delle contrazioni cardiache e vasocostrizione (contrazione dei vasi) periferici.

A livello neurologico abbiamo invece l’instaurarsi della dipendenza e della conseguente astinenza, cosa che rende così difficile smettere di fumare una volta che si è cominciato a farlo con costanza.

Come funziona la sigaretta elettronica?

La sigaretta elettronica ha, per forza di cose, un design più futuristico e particolare della sigaretta tradizionale, questo è fuor di dubbio. È, come suggerisce il nome stesso, un dispositivo elettronico conosciuto anche come e-cig o e-cigarette. Essa non contiene tabacco, ma determinati liquidi speciali che vengono vaporizzati per essere inalati.

Anche se può sembrare complesso, il funzionamento delle sigarette elettroniche è in realtà più semplice di quanto si pensi. Anche se ci sono modelli differenti, questi sono formati più o meno dagli stessi componenti: una batteria ricaricabile, una resistenza o atomizzatore, una cartuccia o serbatoio ricaricabile per i liquidi, i quali sono aromatizzati.

La batteria serve ovviamente a fornire l’energia necessaria all’atomizzatore per scaldare il liquido e vaporizzarlo. La combustione quindi viene eliminata, andando a ridurre di molto il rilascio delle sostanze dannose di cui sopra.

La nicotina invece è presente, ma c’è la possibilità di scegliere la percentuale di questa all’interno dei liquidi. Sono infatti disponibili delle guide in cui si possono scegliere queste percentuali a seconda delle proprie abitudini ed esigenze.

Quali sono i vantaggi della sigaretta elettronica rispetto a quella tradizionale?

Prima di parlare dei vantaggi della sigaretta elettronica, è obbligatorio specificare che questo è un prodotto introdotto veramente di recente sul mercato e che dunque necessita di una doverosa premessa: gli effetti a lungo termine delle sigarette elettroniche sono ancora sconosciuti e indefinibili. Medici e scienziati stanno infatti conducendo tuttora studi adeguati basandosi sul criterio dell’evidenza e al momento hanno reso noti i risultati su cui si basano i paragrafi successivi. In ogni caso, per essere sempre informati sulle ricerche riguardo il fumo di sigaretta, è bene consultare il sito